L’eternamente nuova riflessione sulla sessualità e l’amore

L’eternamente nuova riflessione sulla sessualità e l’amore

Nel soggetto umano la sessualità rappresenta uno degli aspetti costitutivi e pregnanti. Già Freud all'inizio dell'elaborazione psicoanalitica sottolineò che nella sessualità umana confluiscono processi biologici, corporei e psicologici. L'atto sessuale dell'uomo è una totalità corporea e mentale inserita nella società, che attraverso le istanze etiche potrebbe indurre nella persona un sano pudore oppure un'eccessiva vergogna ed inibizione, relative alle proibizioni ricevute, o anche alle regole trasmesse a livello transgenerazionale. Inoltre, la sessualità come attività istintuale è influenzabile a ritardi, deviazioni e sublimazioni, capacità indispensabile per vivere nella società e per affrontare un lavoro analitico profondo. La sessualità è un' attività privata, ma allo stesso tempo sociale, comunicativa dalla quale nessuno può sottrarsi. All'interno della sessualità umana, dovrebbe essere presente la giusta dose di dolcezza e accoglienza assieme alla seduzione, che invece riporta a quel momento in cui ci si abbandona all'altro, dove fluiscono i desideri, dove si innesca un gioco a due fatto di sguardi, emozioni, parole uniche che definiscono unico quel momento in cui entrambi egualmente desiderano l'altro, scegliendo consciamente o inconsciamente di essere sedotti. Contagiare l'altro ed esserne contagiati dalla passione, ritengo che avvenga all'interno di un rapporto d'accoglienza. La seduzione, inoltre, rimanda al potere creativo in una dimensione non del tutto reale. Nel momento in cui si seduce, il nostro partner è il più bello e il più desiderabile, però finito il momento di passione, deve emergere anche la visione realistica che porta a ritenere il nostro amato semplicemente come il nostro partner, superando così l'idealizzazione. La passione, legata all' élan vital, è in parte istintuale, in parte legata ad aspetti inconsci e assieme all'innamoramento nascono in modo inaspettato, questione che ha portato alla creazione di poesie, opere d'arte, gesta eroiche. La passione, assieme all'amore, fanno parte delle forze più grandi della natura umana. In Adler, tale spinta vitale, dovrebbe incanalarsi nel rapporto di coppia all'interno di un matrimonio e portare a compimento uno dei tre compiti vitali. Con il passere del tempo, però, la passione scema e bisogna lavorare, imparare a sacrificarsi, per mantenere e ravvivare la relazione; non sempre sarà piacevole come le prime fasi dell'innamoramento, ma forse amare è anche questo, tendendo in considerazione che nella vita, non me ne voglia Adler, non è sempre tutto così lineare e un amore, una passione inaspettata potrebbe cambiare il corso degli eventi; sapersi lasciare andare alla passione, mantenendo la capacità di ragionare, senza scadere nella rigida razionalizzazione, fa parte del bello della vita. La passione, il desiderio, l'amore sono potenze molto forti, proprio per questo bisogna darsi il tempo di riflettere e ragionare, per far si che le relazioni che instauriamo siano dotate di significato e nutrimento positivo per entrambi i membri della coppia. E' auspicabile uno scambio e un' intercambiabilità, uno scambio che non minaccia l'alienazione, ma ne riceve una definitiva conferma di sé stessi. Per questo la sessualità, portatrice di desiderio e passione, acquista la dimensione più elevata della maturità umana, quella dello scambio che porta in sé la donazione, la gratificazione fisica, mentale, intellettuale ed emotiva. Inoltre, per fare bene l'amore, perché poi è di questo che si tratta, dobbiamo conoscere il nostro corpo e imparare a conoscere quello del nostro compagno. Il corpo va utilizzato quando si è capaci, in armonia con i nostri sentimenti e pensieri, insieme a chi ci vuole bene, per raggiungere l'amore, la bellezza, il piacere. Fondamentale, è il rispetto reciproco come persone e non solo come componenti della coppia, al fine di creare un clima favorevole per la nascita e la crescita di figli. Ovviamente, non va mai dimenticata la singolarità bio-psico-sociale di ogni individuo, per non scendere in logiche riduttive sull'argomento trattato. Poiché ogni ambiente famigliare e culturale, trasmetterà i propri valori e norme etiche sul come vivere la sessualità.

Elisa Menchini
Psicologa Specializzanda del 4° anno Scuola Adleriana di Psicoterapia

Seguici:
RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.istitutoadler.it/2017/05/22/leternamente-nuova-riflessione-sulla-sessualita-e-lamore/
Twitter
LINKEDIN